www.DUB.cz
UNIVERSITÁ
českyenglishdeutchfrancaisespanolitalianorussiangreek

PREAMBOLO

Chi siamo

UNIVERSITÁ

Biblioteca

LEZIONI

CONCERTI

ŘÍP

MOSTRE

FIERE

Bioconstruct

J. Z.

RISANATORI

T. P.

Fondo di dotazione

Contatto
 
E-SHOP
 
 
Josef Zezulka
Josef ZEZULKA



        QUELLO CHE CERCHI

        Uomo, che cosa cerchi sempre? Perché sei agitato e perché il tuo destino lo senti come un peso? Perché ti rendi conto sempre che nella tua vita non stai bene? – Se tutto cio` che si trova nel mondo ha il suo motivo, anche la tua scontentezza lo ha. Hai pensato a volte qual‘e` quel motivo?
        Oppure cerchi sempre solamente le vie di uscita forzate? Vuoi diventare ricco oppure un cittadino stimato, vuoi che dopo la tua morte ti costruiscano un monumento oppure ti preoccupi del futuro dei tuoi figli?
        Oppure ti sei reso conto che esistono maggiori forze occulte e vuoi dominarle? Poi dominare con la tua volontá gli altri a tuo favore?
        Ti rendi conto che tutto ció mai aveva portato fortuna a qualcuno.
        Quando un cieco si muove nell´ambiente sconosciuto, ha sempre paura. Ogni passo che fa gli púo fare male o puó mandarlo in perdizione. Puó inciampare e fratturarsi una gamba ma puó anche cadere in un abisso e ammazzarsi. Proprio questo succede a un uomo che attraversa la vita e non ne sa niente. Non ha conosciuto le regole della vita e quindi ha paura. Non conosce neanche il motivo della sua vita, non conosce i motivi e lo sviluppo delle sue idee e dei suoi fatti attuali e nemmeno conosce le loro conseguenze e il contraccolpo per il suo destino.
        Perció ha paura.

        Puó darsi che tu non sia un cieco. Magari non vedi nella tua vita solo perché non hai aperto gli occhi. Magari non hai guardato attorno e non hai cercato la veritá della vita. Magari conoscevi solo la solita vita materiale e sinora non ti interessavi della maggiore continuitá e della profonditá dell´esistenza.
        Fermati e raccogliti in meditazione. Ogni creatura, che nella natura vive liberamente la sua vita naturale, ha per la sua esistenza tutto ció di cui ha bisogno. Ci si prende pienamente cura di lei. Vive in stretto contatto con l´ambiente e per la vita é ben preparata. Solo l´uomo no. Sebbene con la sua intelligenza sia riuscito ad ottenere un´assoluta sicurezza verso le altre creature e gli elementi ostili, non é felice. Vive la sua vita troppo convulsamente. Ha desideri inutili e spesso assurdi. Sono diventati il suo padrone e lui é diventato il loro schiavo. Nella loro prigionia non é libero. Quando arriva il suo tempo e lui sta per morire, puó farsi la domanda: "Perché ho vissuto insomma? Ma é vero che io abbia vissuto la mia vita oppure mi sono avvelenato l´esistenza con delle cose inutili come sono per esempio la fretta, la nervositá, la corsa inutile per raggiungere le ombre e le chimere, e con tutto questo ho dimenticato vivere?
        É cosí. Fermati e raccogliti in meditazione. E poi fa‘ come ti pare. La tua volontá é pur sempre libera. Io ti posso solamente dare la mano. Tu la puoi accettare o rifiutare.

JEUA


Doporučit stránku e-mailem (0)